Droga, se il consumo non cala

<Spot e banalità dirompenti, dimenticando che a fare la differenza c’è sempre l’uomo, quella “fune tesa sull’abisso” che spesso usuriamo a dismisura. Da poco si è svolta la Giornata mondiale contro la droga; esperti delle parole e specialisti dei percorsi trattamentali se le danno di santa ragione per spuntarla in televisione, per una pagina di giornale, per una visibilità ridondante di procedure salvifiche.>

Cosi’ inizia il fondo di denuncia di Vincenzo Andraous curatore della rubrica “Primo raggio” sul quotidiano Avvenire del 3 agosto scorso dall’eloquente titolo ‘Droga, se il consumo non cala’ centrato sulle pericolose dimensioni della pandemia drogastica che sembrano poco avvertite, per usare un eufemismo, dagli enti istituzionali, nazionali e soprannazionali, preposti alle politiche di contrasto e prevenzione.

<Ci dicono che di droga si fa meno uso e abuso, si muore meno, c’è minore richiesta e quindi consumo. Ci ripetono cose rassicuranti, ma sono davvero corrispondenti alla realtà, alla vera disperazione che ogni giorno ci consegna nelle famiglie, nelle scuole, nelle comunità, nei giovani piegati in se stessi?> si interroga Andraous nel suo editoriale rilanciando sul quotidiano cattolico un dibattito in corso tra gli esperti di tossicodipendenza ed i dirigenti delle maggiori comunità’ terapeutiche.

<C’è meno droga, ci sono meno tossicodipendenti, oppure c’è più tolleranza al dolore di chi cade a causa dello sballo, per cui c’è una sorta di indifferenza strisciante sulla effettiva capacità pervasiva delle droghe, tutte, senza eccezioni furbesche, senza accezioni irresponsabili? – continua l’editorialista di Avvenire –  Si mantengono inalterati quei meccanismi con cui ipocritamente si traslano da un luogo all’altro le tribù dei tossici, quelli vecchi, di oggi, e la rimanenza di nuovo conio sbilanciata sulle pratiche più intontive>.

La versione integrale dell’editoriale può’ essere letta QUI.

(Osservatorio Droga.it) 

Scrivi una replica

Cannabis Medica

Storia Droga

Accedi | Disegnato da Gabfire themes